Tea time old style? Meglio 2.0! La rivincita delle giovani janeites a “Un tè con Jane Austen”

Può il passato incontrare la modernità? La risposta è sì, ma rigorosamente ad un tea time! Se poi l’indiscussa protagonista fa di cognome Austen, il risultato può essere ancora più sorprendente!

Sabato 24 gennaio, abbiamo organizzato, in collaborazione con Dino del Corso di Victorian Tea Planner e Benedetta Oggero, in arte Miss Bee, il secondo appuntamento del progetto “Un tè con Jane Austen“. Anche questa volta, nell’opera di comunicazione, siamo stati validamente supportati da Jasit, l’associazione italiana di Jane Austen, che ha fin da subito dimostrato un grande entusiasmo e disponibilità nel promuovere questa iniziativa.

Un tè con Jane Austen è stato realizzato in collaborazione con Jasit.

Come avevo anticipato in un precedente articolo, in questo incontro l’intento era quello di rompere gli schemi con la tradizione, proponendo qualcosa di completamente nuovo, ossia una versione inedita della scrittrice di Orgoglio e Pregiudizio, che abbandona inchiostro e calamaio per buttarsi nel fitto groviglio della rete, tra social e app.

A me di nuovo (l’arduo) compito di parlare della cara Jane, questa volta per niente zia, ma modernissima blogger, attenta ai problemi di cuore, senza mai mancare di lasciarsi ispirare dal passato…

10895257_641926189253141_1514044164_n

Un tè con Jane Austen

Un evento che ha da subito solleticato la curiosità delle giovani janeites torinesi e non, che ci hanno raggiunto appositamente da fuori città per poter sentir parlare, e allo stesso tempo dibattere, della loro scrittrice preferita. Un po’ come per la volta precedente, la sorpresa è stata vedere la freschezza delle nostre ospiti, sfatando nuovamente il mito che Jane Austen è roba per signore passatelle. Anzi, le ragazze mi ribadiscono che “Jane Austen  in realtà è una lettura amata da molte adolescenti, che avvicinatesi tra i banchi di scuola ai romanzi di questa scrittrice (di solito con “Orgoglio e Pregiudizio” o “Ragione e Sentimento“, se ne appassionano e continuano a leggerli (tanto sono solo sei) e rileggerli, sognando l’arrivo del loro Mr. Darcy…”

“Appena ho compiuto 12 anni, mia mamma mi ha regalato Orgoglio e Pregiudizio” – mi dice una di loro, quasi fosse la bibbia a cui affidarsi quando ci si affaccia al complesso mondo dei sentimenti. E in effetti, ancora oggi, pur siano cambiati i tempi, i sentimenti e le dinamiche di interazione tra mondo maschile e femminile non sono cambiate, dunque la Austen riesce ancora a dispensarci quei buoni consigli “della nonna”, di cui di primo acchito non ci fidiamo, ma su cui poi spesso e volentieri ci troviamo a ricrederci.

E dopo aver viaggiato tra passato e presente, ci si addentra nel favoloso mondo del tè, bevanda di cui la stessa Jane Austen, da buona inglese, era appassionata. Dino del Corso, il nostro “cicerone” di fiducia, con eleganza ci ha condotto dal ‘600, secolo in cui il tè arrivò in Europa, fino ai giorni nostri, tra riti, curiosità, tazze, tazzine e consigli per essere buoni padroni di casa durante un tea time (contemporaneo).

             Dino del Corso di Victorian Tea Planner, parla della storia del tea time alle janeites

A chiudere in bellezza le dolcezze preparate da Miss Bee, a base di mela, per ricordarci del passato (la torta di mele era infatti la preferita di Jane Austen), ma anche di ingredienti ed abbinamenti più contemporanei ed originali, come i suoi biscotti salati al parmigiano e semi di papavero o quelli dolci, al tè matcha (la varietà usata durante la cerimonia giapponese) e cioccolato bianco. Un menù apprezzatissimo dalle nostre janeites, che non si sono tirate indietro nel provare nuovi gusti e sapori, come per esempio il particolare tè affumicato della maison Harney&Sons.

                                                                         Tortine alle mele di Miss Bee

                                                                              Un tè con Jane Austen 2.0

                         I biscotti al parmigiano e semi di papavero e l’apple pie di Miss Bee.

                                                   Miss Bee serve le sue dolcezze alle nostre ospiti.

                                        I tè serviti ci sono stati offerti da Harney & Sons Italia.

Insomma, ancora una volta, un grande successo che ci spinge a continuare a portare avanti questi incontri austeniani,a cui le nostre janeites partecipano con molto entusiasmo. Che mai si possano raggiungere i livelli inglesi? Noi ce lo auguriamo e continueremo a investire tempo e impegno per proporre nuove appassionanti iniziative.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...