L’amore in una tazza di tè: quando le regole dei sentimenti incontrano quelle dell’infusione nel libro di Mara Roberti.

Che cosa hanno in comune una tazza di tè fumante e una storia d’amore? Apparentemente nulla. Tuttavia, se ci pensiamo bene, l’amore, così come il tè, ha le sue regole da seguire al fine di una buona riuscita. Regole che apparentemente potrebbero sembrarci disconnesse le une dalle altre, ma che un’occhio attento come quello di Mara Roberti, l’autrice di “Le Regole del tè e degli amori imperfetti“, ha saputo cogliere e confrontare, creando una vibrante connessione tra questi due mondi: l’amore e il tè, appunto.

Le regole del TE

A dire il vero il libro, o meglio l’e-book, edito dalla casa editrice Emma books, che ha fatto dei racconti al femminile il suo cavallo di battaglia,  si divide in due parti: il romanzo vero e proprio “Le regole degli amori imperfetti” e il manuale sul tè che raccoglie gli appunti della protagonista Elisa.

In questo articolo inizierò a parlarvi proprio di questa ultima parte, che è poi quella che fin da subito ha solleticato la mia curiosità. Che cosa infatti si potrà mai scrivere del tè che ancora non sia stato detto?

Ebbene, la prima cosa che mi ha colpito è che Elisa fin dall’infanzia abbia avuto un rapporto che potremmo definire “intimo” con il tè. Una familiarità trasmessale dalla madre, solita a presentarle ogni qualità di tè, non come una semplice bevanda, ma come un vero ospite, con il suo carattere, pregi e difetti.

Non stupisce quindi che, partendo da quelle che sono i tre fattori fondamentali per la preparazione del tè, ovvero il tempo, l’acqua  e la temperatura, Elisa riesca a parlarci di sentimenti.

A hot cup of tea in the morning... #teatime https://www.facebook.com/CelestialSeasonings/app_593554104036964

Fonte: sourireetrespirer.wordpress.com

Questi tre dettami diventano infatti delle perfette metafore per spiegare che spesso le relazioni falliscono perché non abbiamo la pazienza di aspettare, oppure perché, un po’ come nel caso della scelta dell’acqua e del tè, semplicemente non si è creata la giusta chimica tra le due persone, che proprio non riescono a fondersi in maniera armonica, senza che l’uno influenzi negativamente l’altro. Il messaggio è comunque di speranza, non bisogna farsi scoraggiare dalle “infusioni” sbagliate, perché da qualche parte del mondo esiste una persona perfetta per noi. A questo proposito vi lascio una citazione tratta dal secondo capitolo:

” Un giorno però, ne sono sicura, arriverà un tè speciale, raccolto in un giorno preciso dell’anno, da una coltivazione a una quota ben precisa. E il sapore di quel tè, soltanto il suo, per un insieme inspiegabile di circostanze (come la quantità di pioggia caduta, l’umore delle raccoglitrici, qualche giorno di essiccazione in più del previsto) invece di essere infastidito dal vostro residuo fisso, ne sarà esaltato. E insieme produrrete una bevanda dal sapore unico e irripetibile. E, signori miei, mi spiace dirvelo, ma queste sono cose che a un’acquetta imbottigliata con residuo fisso inferiore a 50 non succedono mai, proprio mai. L’insostenibile pesantezza del residuo fisso ha i suoi vantaggi. Basta saper aspettare. “

Drinking Tea | In the studio #Teapot #Teaset #tea #teatime #teacups #te|

Fonte: andreabonellistudio.tumblr.com

E infine la temperatura. E’ proprio la temperatura dell’acqua a trasformare un tè mediocre in uno eccezionale. Un po’ come per i sogni.

Anche i nostri sogni hanno una temperatura esatta, […] Ci sono i sogni a infusione tiepida, quelli che non ci lasciano mai l’amaro in bocca. […] Poi ci sono gli intermedi, e con quelli è complicatissimo, non ci si azzecca mai. Se sbagliamo e usiamo una temperatura troppo alta li bruciamo in un attimo, […] se usiamo un’infusione troppo fredda, invece diventano così scialbi e insapori che non riusciamo a credere, dopo un po’, di averli sognati davvero. […]

Crederci di più, essere disposti a soffrire, mettersi in gioco, accettare di perdere il controllo: sono queste che alzano la temperatura dei sogni. E se non lo facciamo, ci troviamo con dei sogni sicuri e indolori, ma che non riconosciamo quasi.

Poi ci sono i sogni a infusione caldissima. E quelli fanno male, sempre. Sono rapidi, bruciano veloci, scottano il palato, perchè non ce lo immaginavamo fossero tanto caldi, ma ci lasciano comunque un sapore unico sulla lingua. Sono i sogni per cui vale la pena vivere fino in fondo. Sono i grandi amori, i salti nel buio, i momenti in cui, per quanto sia assurdo, ci dimentichiamo di noi stessi e soltanto così riusciamo a essere pienamente noi stessi.

Un manuale, che partendo da un argomento apparentemente frivolo, riesce a farci guardare nel profondo di noi stessi, focalizzandosi su quei sentimenti ed emozioni che spesso e volentieri si confondono inosservate con lo scorrere frenetico della vita di ogni giorno. Impeti, intuizioni che molto più frequentemente di quanto si possa pensare noi decidiamo di sopprimere, di ignorare. Perché guardarsi dentro è un’impresa ardua, che richiede coraggio e che può portare a galla risposte che non ci piacciono, che colpiscono dritto al nostro amor proprio, al nostro ego e che possono anche farci soffrire. Ed è così che ci perdiamo nel vortice della quotidianità, che non ci permette più di vedere ciò che è essenziale: il nostro cuore, la nostra anima.

Questo libro con la gentilezza e l’eleganza del tè, ci invita finalmente a sederci per un attimo e a prepararci una tazza di tè. A guardarci dentro riscoprendo i valori della pazienza, della delicatezza, della costanza e del coraggio.

i need to find a chair i can lug around to photo sessions...

Fonte: Jordan Tiberio su Flickr

Se anche voi volete leggere il libro, lo potete scaricare gratuitamente dai principali store on line come Amazon, KoboBookrepublic, Apple.

 

Annunci

10 thoughts on “L’amore in una tazza di tè: quando le regole dei sentimenti incontrano quelle dell’infusione nel libro di Mara Roberti.

  1. Hai proprio ragione. Il potere di una tazza di tè e del suo rituale di preparazione non deve essere sottovalutato. Grazie per aver dato questo spunto su questo libro/manuale che sembra essere meraviglioso! 😉

    Mi piace

  2. Pingback: Intervista a Mara Roberti, l’autrice de “Le regole del tè e degli amori imperfetti”. | The Little Tea Room

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...