Dopo il tea time? Shopping con Jane Austen!

La partenza per le tanto anelate ferie si avvicina… Ma siccome quest’estate è stata tutto tranne che tale, e il tempo potrà continuare ad essere ballerino, ecco che scatta il fatidico “E ora cosa facciamo?” – Domanda che ricorre soprattutto nelle giornate di maltempo che ci colgono impreparati in villeggiatura. La risposta è: Si fa shopping con Jane Austen!

Non stiamo parlando di oscure sedute spiritiche, o macabre riesumazioni (sebbene il tema Halloween ci abbia più volte influenzato per via delle giornate novembrine), ma bensì di una spassosa lettura adatta alle vacanze, da portare sia sotto l’ombrello che l’ombrellone (si spera), magari accompagnata da un buon tè. Il titolo? “Shopping con Jane Austen” di Laurie Viera Rigler, edito da Sperling & Kupfer.

Shopping con Jane Austen di L.V.Rigler

Preparatevi a viaggiare nel tempo insieme a Courtney Stone, un’ accanita lettrice di “Orgoglio e Pregiudizio” e “Ragione e Sentimento” che, dopo la sbronza a causa del tradimento di Frank, il suo futuro marito, si ritrova catapultata direttamente in epoca Regency, nel corpo di Miss Mansfield, una ricca trentenne ancora zitella, ossessionata dalle pressanti lamentele della pedante madre, affinché si sistemi. Ben presto Courtney scoprirà che oltre i balli, i tea party e i gentiluomini, la vita non è tutta rose e fiori per una giovane donna, la cui unica possibilità di “carriera” è fare un buon matrimonio. Senza parlare delle difficoltà a gestire la propria igiene personale ed intima, la scarsa pulizia delle persone e delle locande e l’arroganza dei gentiluomini che dietro l’affettata galanteria, si limitano a compatire le donne, considerandole solo in funzione della loro dote e per la capacità di sfornare eredi. Insomma… Siamo ancora ben lontani dai primordi dell’emancipazione femminile… tuttavia, più Courtney va avanti nella sua avventura nel passato, più impara ad apprezzarne la tranquillità della vita, l’assenza del frastuono cittadino, della frenesia di mail, sms, notifiche, nonchè di un capo che ti urla contro. Insomma… tra un tè, un ballo e l’altro, equivoci e fraintendimenti con Mr. Edgeworth, il ricco vedovo, nonchè il partito ideale con cui Mrs. Mansfield vorrebbe vedere accasata la figlia, non ci si annoia proprio.

Impossibile non identificarci immediatamente con l’anacronistica protagonista, al cui posto vorremmo tutte trovarci. Una trama che vi conquisterà per l’avvincente mix di ironia e romanticismo, che ci farà capire come, nonostante cambino i tempi, certe situazioni restano sempre e comunque immutate.

In fondo, non tutto il male vien per nuocere, anzi… Riuscirà alla fine la nostra eroina a tornare a casa?… Lo scoprirete solo leggendo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...