Quando il tè diventa chic…Si veste di pure white!

Ispirata dalla cena in bianco, il fashion flash mob tenutosi domenica scorsa in Piazza San Carlo a Torino ( a cui ahimè, non ho potuto partecipare), mi piacerebbe svelarvi qualche segreto su una delle varietà più pregiate di tè: il bianco.

Innanzi tutto partiamo dal nome, dovuto alla lanugine biancastra presente sui germogli, prima che le foglie si schiudano.

d23c56fb01ff50ca7f60748f6f2c59b3

Fonte: bettys.co.uk

A differenza di quanto si potrebbe pensare, questa varietà non richiede un processo di lavorazione complesso, poiché comporta la semplice essiccazione delle foglie, raccolte una ad una.

Ne esistono tre tipi:

1)lo Yin Zen ( = Aghi d’Argento), il più caro al mondo e prodotto in quantità limitate. Le sue foglie vengono raccolte solo due giorni all’anno e il lavoro può essere vanificato da condizioni climatiche avverse, quali forti piogge o vento. Se ne ottiene un infuso pallido e delicato, dal gusto sottile.

2) il Bai Mudan ( = Peonia Bianca), ottenuto da foglie non trattate, infuse così come sono sulla pianta.

3) Lo Ying Mei ( = Nuvola Bianca), anche definito come il tè della bellezza.

a62d10f1cf61688f85dd0cad4a0352b1

Esiste anche una leggenda sul tè bianco, la quale narra che:

” L’imperatore cinese Huizong amava in modo particolare questo tipo di tè e che fosse così preso dalla preoccupazione di ottenere infusi di qualità sempre migliore da tralasciare persino le cure dell’Impero, fino al punto di consegnarlo ai Mongoli.”

Ma che gusto ha – Vi starete chiedendo – dato che ha sedotto i raffinati palati di sovrani ed intenditori?

Ebbene, questo infuso ha un aroma molto dolce e delicato e, a differenza del tè verde, non ha una fragranza erbacea. Ma al dilettevole si unisce anche l’utile, perché ha elevate caratteristiche antiossidanti e antitumorali, nonché disinfettanti (ancora più del tè verde)

c6428aab670957b49cd6b1703cba07d5

Fonte: Etsy.com

Come prepararlo?

Scaldate l’acqua fino a circa 70° – 75° gradi massimo ( a temperature più elevate si potrebbero rovinare le delicate molecole degli oli essenziali).

Lasciate in infusione per 15 minuti se avete uno Yin Zhen, 7 minuti per il Bai Mudan e Ying Mei.

 

Altra curiosità:

Il white tea è stato scelto anche per il banchetto di nozze del royal wedding del principe William e Kate Middlenton.

f56113b25ddca0ed4eb498d0486ef614

Fonte: theberry.com

Se siete curiosi di provarlo, per sentirvi anche voi un po’ royal, sappiate che è stato reso disponibile anche per i “comuni mortali” dalla celebre casa inglese Harney & Sons, con il nome di… “Royal Wedding Tea“, of course ( Ve ne avevo già parlato nel post in occasione del tea party organizzato da Dino Del Corso).

20110424royalweddingteaprimary

God save the White Tea… ops… The Queen!

Annunci

One thought on “Quando il tè diventa chic…Si veste di pure white!

  1. Pingback: 50 shades of tea: quando il tè incontra la cromoterapia | The Little Tea Room

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...