L’eleganza del… Tè al gelsomino.

Oggi, vorrei  parlarvi del tè verde al gelsomino, il tè preferito di Paloma, la ragazzina protagonista del romanzo “L’eleganza del riccio” di Muriel Barbery. Lo so, lo so, vi ho già citato questo libro in un post precedente, ma questa volta il racconto sarà solo il nostro punto di partenza per andare a scoprire i segreti di questo infuso dal sapore avvolgente, ma delicato. Ne ho appunto una confezione in casa, quindi, per meglio trovare l’ispirazione per scrivere questo articolo, inizierò con il prepararmene una tazza.

20140527_191420

Nel libro, proprio questo tè risulta essere il filo conduttore dei momenti felici di Madame Michel: gli incontri con l’amica Manuela, i pomeriggi con Paloma, gli appuntamenti con Kakuro e la visita di Jean Arthens, un ex inquilino dello stabile che si è lasciato alle spalle il passato da tossico dipendente. Ma perché proprio il gelsomino? Perché questo tè sublima e dà un sapore dolce alla bellezza che rifiorisce di nuovo nella vita della portinaia del 7 di Rue Grenelle, con classe e delicatezza, proprio come lo sbocciare del fiore.

8b1b423135319a1f7bf36bae7f41c43e

Fonte: Anna 666 su Flickr.com

Il tè al gelsomino viene prodotto in Cina, in particolare nella provincia del Fujian e a Taiwan. Ma con quale procedura è realizzato? In genere, i fiori di gelsomino vengono raccolti al mattino e poi tenuti al fresco durante il giorno, perché non si schiudano troppo presto. Quando alla sera cominciano a sbocciare, vengono ammucchiati accanto al tè verde, oolong e nero e vi restano per quattro ore, in modo che le foglie di tè ne assorbano il profumo. Per le varietà comuni, questa operazione è ripetuta due o tre volte al giorno, mentre per quelle più pregiate, si arriva fino a un massimo di sette volte in un mese. Successivamente, le foglie sono nuovamente riscaldate per eliminare l’umidità sia dai fiori che dal tè, quindi i boccioli di gelsomino sono eliminati, oppure mescolati alle foglie di tè per conferirgli un aspetto più gradevole.

92358ab071e97bac81cc1b64c17106dd

Fonte: artfulfood.blogspot.com

Una delle varietà più pregiate del tè al gelsomino è forse il Jasmine Pearl, che come dice il nome è costituito da perle di foglie chiare unite al fiore, che conferiscono alla bevanda un aroma leggero e delicato.

c05e592ce46c9507b066f7c49c49c382

Fonte: bigteahouse.com

Adatto per prendersi un momento di relax nel corso della giornata e, come dice la citazione di T’ien Yiheng “per dimenticare il frastuono del mondo”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...