Da Oriente a Occidente in un sorso di tè…Al castello di Moncalieri

Chiudete gli occhi e immaginate i rami di pesco in fiore mossi da una leggera brezza, lo scorrere di un ruscello all’interno di un giardino zen e magari anche una musica rilassante di sottofondo, perché è questa l’essenza del tè: concedersi un momento di lentezza, per ricercare e sublimare, attraverso il gusto e l’olfatto, l’armonia dell’anima. Nessuno meglio dei giapponesi ha saputo comprendere la sacralità di questo momento, trasformato in una filosofia di vita chiamata “Chado” (Cha = tè, do= via) che ha come sua massima espressione proprio la cerimonia del tè. Il rito del tè in Giappone e in Europa è stato infatti il tema dell’ultimo incontro del ciclo “Essere Bene” organizzato in concomitanza tra Salone del libro Off e Officina del Gusto. Il giardino delle rose del castello di Moncalieri ha fatto da cornice all’evento e la sua bellezza ci ha aiutato a meglio comprendere le spiegazioni dell’antropologa Emanuela Borgnino, sull’importanza di questo rito, dove è bandito ogni oggetto metallico, che possa rompere o fendere l’armonia dell’atmosfera circostante oltre che rovinare le preziose porcellane in cui si serve la bevanda.

Immagine

Castello di Moncalieri ( Torino)

 Un momento in cui paradossalmente, non è il tè il vero protagonista, ma l’acqua (il nome originale della cerimonia è infatti Cha no yu = L’acqua calda del tè) che purifica l’animo e contribuisce a infondere gli insegnamenti del maestro della cerimonia negli altri ospiti, a unirli, creando un momento unico e irripetibile.

A destra l'antropologa Emanuela Borgnino e a sinistra la giornalista giapponese Sayaka Miyamoto

Da sinistra: la giornalista giapponese Sayaka Miyamoto, l’antropologa Emanuela Borgnino.

Ma quale tè si usa durante la cerimonia? Ce lo ha spiegato la giornalista giapponese Sayaka Miyamoto, che non solo ci ha parlato del Matcha, il prezioso tè verde in polvere presente nel rito tradizionale, ma anche più in generale delle caratteristiche del Ryoku cha (Tè verde), utilissimo, grazie all’elevato numero di catechine, per abbassare il colesterolo, assorbire i grassi ( ma solo se bevuto durante i pasti), ridurre la contrazione di tumori e aumentare le difese immunitarie.

Immagine

Sayaka Miyamoto parla del tè verde.

Ma il nostro viaggio non termina qui, perché dalle coste del Sol Levante approdiamo nel regno di Sua Maestà Elisabetta II, con l’affascinante intervento della tea sommeiler Eleonora Murdaca, che ci ha proposto un excursus sul tè made in U.K. Una storia quasi totalmente al femminile, a partire da Caterina di Braganza, che diffuse la bevanda per la prima volta nelle corti inglesi, per poi passare alla settima duchessa di Bedford che creò l’Afternoon tea, ossia l’usanza del tè delle cinque e infine la regina Vittoria che lo istituì come rito ufficiale a Buckingham Palace. Il tè regalò alle donne britanniche un momento di aggregazione socialmente riconosciuto, in cui era loro permesso uscire da sole per andare dalle amiche. Non a caso il movimento delle suffragette nacque proprio durante questi incontri mondani.

E dopo tanta teoria… Si passa finalmente alla pratica con una degustazione ispirata al tradizionale Afternoon Tea con tè di Assam, sandwich, scone, biscotti, muffin e tartine dolci.

10348548_284290968398548_5756728333123745511_n

10299073_10152466822957238_6651624405087085165_n

Foto scattata da Officina del Gusto

Un tea time degno di Sua maestà parola di The Little Tea Room!

Annunci

One thought on “Da Oriente a Occidente in un sorso di tè…Al castello di Moncalieri

  1. Pingback: Tutto quello che avreste voluto sapere sull’Afternoon Tea (ma che non avete mai osato chiedere) | The Little Tea Room

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...